IMG_0080

Navigare dentro le opere della letteratura col CBOOK.

Uno degli obiettivi del progetto di ricerca Librare è “aumentare la consapevolezza sugli strumenti digitali sia tra insegnanti che tra studenti, condividendo l’esperienza didattica costruita da un insegnante intorno a un percorso tematico di lettura con altri insegnanti per consentire un arricchimento sia della didattica offerta sia della professionalità del docente stesso.”
L’applicazione web del CBOOK (“crunched book” o “libro sgranocchiato”) serve a questo scopo. Nel progetto Librare proseguiamo con le sperimentazioni didattiche avviate negli anni scorsi.

Che cos’è il cbook ?
Il cbook è una applicazione web (una “webapp”) per leggere, esplorare, annotare, analizzare, arricchire i testi, in modo collaborativo o individuale.
Come area di ricerca universitaria, il cbook rientra nelle Digital Humanities o Informatica umanistica, in quanto unisce lo studio della letteratura a tecnologie computazionali.

Il cbook è un ebook o un sito web ?
Il cbook non è un ebook in senso stretto, non contiene ePub, iBook, PDF, o file in un formato proprietario, ma contiene delle edizioni digitali online in HTML, cioè degli ipertesti annotati. Quindi è un semplice sito web? È un sito web che usa degli strumenti interattivi come le mappe geografiche online, i grafi dei social network dei personaggi, strumenti di annotazione manuale e arricchimento del testo, un motore di ricerca, cioè è una applicazione web .

Come faccio ad usare il cbook ?
Per entrare bisogna avere le proprie credenziali, cioè bisogna prima registrarsi nel sito di Librare: http://www.librare.org/registrazione/
L’insegnante può creare il suo utente personale e utenti singoli per ogni studente, oppure creare uno utente di classe unico da far usare a tutti i suoi studenti.
Per usare il cbook serve la connessione internet e un browser (Mozilla Firefox, Chrome, Safari, ecc), un tablet, un PC o la LIM. Nei prossimi mesi svilupperemo anche la versione per lo smartphone.
Nel canale youtube Scuola e Digital Humanities si trovano i video di presentazione e le istruzioni per l’uso.
https://www.youtube.com/user/CrossLibrary .
All’interno del CBOOK c’è una breve guida (in alto a destra).

Come lo posso usare con la mia classe ?
Si possono fare attività e percorsi didattici di vario tipo, che hanno al centro la lettura e la comprensione dei testi letterari. Alcune insegnanti lo hanno usato per lo studio dei Promessi sposi, approfondendo aspetti e temi diversi (i luoghi del romanzo, i personaggi, i registri stilistici dei dialoghi, ecc), altri insegnanti lo hanno usato per leggere Le avventure di Pinocchio, facendo disegnare ai bambini i personaggi del romanzo, ecc. Il CBOOK è una applicazione web a disposizione della fantasia dell’insegnante e degli studenti.
Le insegnanti trentine Magda Niro e Silva Filosi, che collaborano alla progettazione e sperimentazione dal 2013, sono tra le finaliste del premio docente innovatore della Fondazione Mondo Digitale, con il progetto dei Promessi sposi 2.0 (http://www.gjc.it/2015/it)
Qualche mese fa il CBOOK è arrivato terzo fa al concorso internazionale dei Digital Humanities Awards nella sezione Best DH Tool or Suite of Tools (http://dhawards.org/dhawards2014/results/)